You are here> Sportello Amico

Sintesi Progettuale

La Sanità Regionale mette al centro degli obiettivi strategici la persona, attraverso il miglioramento dell’organizzazione dei servizi del Pronto Soccorso che rappresentano la porta di ingresso alla rete ospedaliera, per i casi di urgenza ed emergenza.

L’innovativo processo di accoglienza ospedaliera prevede, coinvolge e valorizza le organizzazioni di volontariato, le quali dovranno svolgere la missione di integrazione al processo di umanizzazione  della persona attraverso il sostegno psicologico e l’orientamento dei servizi offerti dall’organizzazione ospedaliera, nella consapevolezza dei bisogni complessivi del cittadino utente.

Viene rivalutato positivamente il ruolo dei familiari e accompagnatori della degenza, affidando loro un compito che va assecondato e abilmente guidato per favorire e coadiuvare l’impegno professionale dei Medici nella cura del paziente che rimane l’obiettivo principale.

In questo contesto vi sono anche aspetti prettamente burocratici che vengono regolamentati nel Triage del PS con i codici di priorità e il riconoscimento della persona.

Particolare attenzione poniamo ai soggetti stranieri, in genere deboli e bisognosi di una maggiore attenzione e informazione. 

Obiettivi:

  • accogliere e umanizzare i bisogni sanitari accorsi al Triage del Pronto Soccorso, collocando al centro del sistema sanitario di primo intervento l'uomo come protagonista, indipendentemente dalla religione e dal paese di provenienza;

  • collaborare con  il personale infermieristico e medico al fine di ridurre e agevolare i tempi  di attesa al Triage del PS;

  • eliminare disagi sociali, emotivi e di circostanza.

Servizi:

  • accoglienza e orientamento;
  • informazione sui codici di priorità e sui ticket;
  • agevolare le esigenze  dei pazienti al fine di ridurre i tempi di attesa;
  • accogliere, con particolare attenzione, gli stranieri regolari e non ed in genere i soggetti deboli della società, indirizzandoli verso gli Uffici preposti per gli adempimenti burocratici di riconoscimento;
  • sostegno psicologico ai degenti e accompagnatori, attività di filtro tra il personale sanitario e le  famiglie senza entrate mai nel merito delle diagnosi e/o pareri e/o patologie e/o altre funzioni prettamente di competenza del personale infermieristico o medico;
  • Coadiuvare l'U.O di Pronto Soccorso ad implementare dati informatici  da inviare al flusso regionale EMUR/PS
Equipe Trattamentale:

Dott.ssa Rossella Messina  (Psicologa) Coordinatrice Responsabile della Privacy;
Dott.ssa Mariella Farinella   (Psicologa);
Dott.ssa Laura Messina      (Esperta in Pubblica amministrazione);
Dott.ssa Paola Messina       (Mediatrice Culturale e linguistica);
Dott.ssa Giuliana Salerno    (Sociologa);
Dott.ssa Angela Tirrito         (Psicologa);
Dott.ssa Valentina Viola      (Psicologa).